Scatta in Parrocchia: Rita Collalti, “La foto è un ponte per il futuro”

0
19
scatta in parrocchia, rita collalti

Scatta in Parrocchia: la chiusura del mese mariano a Sant’Ignazio di Antiochia

È il 31 maggio 2019. I raggi di sole penetrano nel cielo rigonfio di nuvole. Un Vigile del Fuoco porge il saluto militare alla Madonna dopo aver deposto la corona di fiori, preparata dai parrocchiani, ai piedi della statua sul tetto di Sant’Ignazio di Antiochia allo Statuario.

«In occasione della chiusura del mese mariano», ricorda Rita Collalti, autrice della foto tra le vincitrici della terza edizione di Scatta in Parrocchia, «abbiamo celebrato una bellissima Messa alla presenza di monsignor Giuseppe Mani e poi abbiamo fatto una piccola processione che ci ha portato fino al nostro oratorio. Lì ci aspettava un’automontante dei Vigili del Fuoco. Per noi è stato un momento molto sentito. L’omaggio alla Madonna rimarrà nel cuore di tutti».

scatta in parrocchia, sant'ignazio di antiochia

Rita Collalti – Sant’Ignazio di Antiochia

Nonostante la pandemia da coronavirus, anche lo scorso 31 maggio, racconta Rita, «abbiamo cercato di rimanere fedeli alle nostre tradizioni, abbiamo fatto la Messa all’aperto sul sagrato della nostra Chiesa che è piuttosto grande e riesce ad accogliere tante persone che ci hanno aiutato proprio per mantenere e rispettare le norme del distanziamento sociale.

Abbiamo fatto la celebrazione sempre con il vescovo Mani e poi abbiamo recitato il rosario aux flambeaux sempre alla presenza della statua della Madonna.

C’è da notare – rivela ancora Rita – che lo Statutario è molto legato alla Madonna, tanto è vero che il parroco fondatore, don Giovanni Scorza, ha voluto questa bellissima statua proprio sul tetto della chiesa a protezione di noi cittadini.

Troviamo poi nel nostro quartiere la presenza di tantissime edicole mariane, venerate ancora oggi. Ci sono tantissime persone del quartiere che se ne prendono cura, le puliscono, mettono fiori e lumini».

Ascolta l’intervista a Rita Collalti 

Scatta in Parrocchia: Rita, “Non un rimpianto, ma fiducia nel futuro”

Rita, che fa parte del consiglio pastorale di Sant’Ignazio di Antiochia, racconta come lo Statuario sia «nato proprio intorno alla chiesa. Quindi la parrocchia, dove si svolgono tantissime attività, è una realtà veramente sentita e vissuta. Io cerco di essere presente laddove c’è necessità.scatta in parrocchia

Mi occupo anche della pagina Facebook di Sant’Ignazio dove vengono pubblicati quotidianamente Vangelo, meditazioni, e immagini della nostra vita parrocchiale che ci fanno rivivere quelle che sono le nostre attività: dalla celebrazione, alla festa, alla processione».

Da qui l’idea, dice Rita, che da sempre ha «cercato di immortalare i momenti e i luoghi che hanno un particolare significato» nella sua storia personale di partecipare a Scatta in Parrocchia.

E di cogliere l’attimo con lo scatto del saluto del Vigile del Fuoco alla Madonna. «Sì, forse uno non se ne rende neanche conto. Questa immagine poi è corredata da tantissime altre foto. C’è il momento in cui si mette la corona alla Madonna e il momento successivo.

Soprattutto quest’anno, in cui per vari motivi non abbiamo potuto essere insieme come avremmo voluto, si sente ancora di più questo ricordo.

Queste immagini ci accompagnano e fanno da ponte per il futuro. Non è un rimpianto. Ci devono assolutamente far essere fiduciosi: il prossimo anno faremo una cosa altrettanto bella».

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here